XI Pellegrinaggio Ad Petri Sedem del Populus Summorum Pontificum

L’XI Pellegrinaggio Internazionale Populus Summorum Pontificum si svolgerà dal 28 al 30 ottobre 2022, in occasione del quale i coetus fidelium di tutto il mondo si ritrovano a Roma per testimoniare il loro amore per la liturgia tradizionale e, in processione ad sedem Petri, la loro fedeltà alla Santa Chiesa Cattolica.

Come ogni anno, dal 2012, dei rappresentanti del Popolo Summorum Pontificum riuniscono a Roma fedeli, preti e religiosi di tutto il mondo, che intendano partecipare alla nuova evangelizzazione al ritmo della forma antica del rito romano – vale a dire della Messa latina e gregoriana celebrata secondo l’ultima edizione del Messale tridentino pubblicato nel 1962 da San Giovanni XXIII. Durante i tre giorni di Pellegrinaggio, i partecipanti testimoniano l’eterna giovinezza della liturgia tradizionale.Dopo due edizioni molto difficili, in cui il pellegrinaggio, pur svolgendosi, ha subito forti riduzioni nelle attività (ed il contraccolpo del Motu proprio Traditionis custodes), quest’anno si ritorna a Roma nella pienezza organizzativa, secondo il programma che è stato reso noto dagli organizzatori:

  • Venerdì 28 ottobre 2022 alle ore 17.30 i pellegrini si ritrovano nella Basilica collegiata di Santa Maria ad Martyres (Pantheon) per i Vespri solenni.
  • Sabato 29 ottobre 2022, dopo l’Adorazione eucaristica alle ore 09.30 nella Basilica minore dei Santi Celso e Giuliano e la processione con partenza alle ore 10.30, percorrendo le vie del centro di Roma verso l’Arcibasilica patriarcale maggiore di San Pietro in Vaticano, viene celebrata alle ore 11.30 la Santa Messa pontificale solenne all’Altare della Cattedra nella basilica di San Pietro.
  • Domenica 30 ottobre 2022, festa di Cristo Re, il pellegrinaggio si conclude con la Santa Messa celebrata alle ore 11.00 nella Chiesa parrocchiale della Santissima Trinità dei Pellegrini dal prelato, che ha accompagnato i fedeli nel corso di queste giornate di devozione e di preghiera.

Inoltre, in occasione di questo pellegrinaggio, come ogni anno, Oremus-Paix Liturgique organizza un incontro nell’Aula Magna dell’Istituto Patristico Augustinianum nella giornata di venerdì 28 ottobre 2022, durante il quale interverranno Don Claude Barthe, Trinidad Dufourq, Don Nicola Bux, Peter Kwasniewski, Ruben Pereto e Christian Marquant.

L’annuale Pellegrinaggio Ad Petri Sedem del Populus Summorum Pontificum è organizzato a livello internazionale dal Coetus internationalis Summorum Pontificum (CISP), composto da dodici membri: Foederatio Internationalis Una Voce (Felipe Alanis Suarez), CNSP – Coordinamento Nazionale del Summorum Pontificum (Marco Sgroï), Notre-Dame de Chrétienté (Jean de Tauriers), Latin Mass Society (Joseph Shaw), Pro Missa Tridentina (Monika Rheinschmitt), Orémus-Paix Liturgique (Christian Marquant), Una Voce España (Juan Manuel Rodriguez Gonzalez-Cordero), Una Voce Italia (Fabio Marino), Una Voce France (Patrick Banken), Senza Pagare (Joao Silveira), CIEL (Père Gabriel Diaz), Nuesta Señora de la Cristiandad (Diana Catalán), Fœderatio Internationalis Juventutem (Bertalan Kiss).

Il Consiglio Ecclesiastico del Coetus Internationalis Summorum Pontificum viene animato da Don Claude Barthe, aiutato da cinque sacerdoti assistenti: Don Giorgio Lenzi, IBP (Istituto del Buon Pastore); Don William Barker, FSSP (Fraternità Sacerdotale San Pietro); Canonico Marco Cunéo, Rettore dei Santuari di San Bartolomeo al Mare e di Nostra Signora della Rovere, Diocesi di Albenga; Canonico Antoine Landais, ICRSP (Istituto Cristo Re Sommo Sacerdote); Don Nuno Castello-Branco Bastos, sacerdote diocesano.

Papa Francesco: nella Chiesa c’è posto per tutti

«Apriamo le porte. È il Signore che chiama. (…) Una Chiesa senza catene e senza muri, in cui ciascuno possa sentirsi accolto e accompagnato, in cui si coltivino l’arte dell’ascolto, del dialogo, della partecipazione, sotto l’unica autorità dello Spirito Santo. Una Chiesa libera e umile, che “si alza in fretta”, che non temporeggia, non accumula ritardi sulle sfide dell’oggi, non si attarda nei recinti sacri, ma si lascia animare dalla passione per l’annuncio del Vangelo e dal desiderio di raggiungere tutti e accogliere tutti. Non dimentichiamo questa parola: tutti. Tutti! (…) Questa parola del Signore deve risuonare, risuonare nella mente e nel cuore: tutti, nella Chiesa c’è posto per tutti. E tante volte noi diventiamo una Chiesa dalle porte aperte ma per congedare gente, per condannare gente. Ieri uno di voi mi diceva: “Per la Chiesa questo non è il tempo dei congedi, è il tempo dell’accoglienza”. (…) Tutti, tutti! (…) Tutti!» (Papa Francesco – Omelia della Celebrazione Eucaristica nella Solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo in Basilica di San Pietro, 29 giugno 2022).

89.31.72.207