Presentazione a Napoli del volume di Mons. Giuseppe Sciacca “Nodi di una giustizia. Problemi aperti del diritto canonico”

Oggi, mercoledì 1° giugno 2022 si terrà alle ore 11.30 nell’Aula Biblioteca Guarino dell’Università degli Studi Federico II di Napoli la Presentazione del volume di Mons. Giuseppe Sciacca Nodi di una giustizia. Problemi aperti del diritto canonico (Il Mulino 2022, Collana delle pubblicazioni dell’Istituto per le scienze religiose di Bologna, 304 pagine).

L’iniziativa è stata organizzata dalla Prof.ssa Maria d’Arienzo, Ordinaria di Diritto ecclesiastico e canonico presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Ateneo fridericiano. La Presentazione del volume di Mons. Sciacca rappresenta l’occasione per riflettere sulla ricerca di un equilibrato contemperamento tra le esigenze di legalità e il rispetto delle garanzie processuali, tema che assume una notevole attualità sia per il diritto canonico, sia per l’ordinamento italiano, interessato, proprio in questi giorni, dall’esame al Senato della riforma della giustizia a firma della Guardasigilli Cartabia.

La relazione tra Spirito e Istituzione, ministero pastorale e disciplina ecclesiastica, giustizia e misericordia ha alimentato e ancora tiene viva una discussione che attraversa l’intera storia della Chiesa. Che cosa sono la pietas o la compassione se non un sinonimo della misericordia? Cos’è l’aequitas se non la giustizia «dulcore misericordiae temperata»? I saggi raccolti nel volume di Mons. Sciacca invitano a una riflessione profonda sul significato e sui limiti del diritto nella Chiesa, su alcuni nodi di una giustizia che deve misurarsi con il delicato equilibrio fra la Chiesa della legge e la Chiesa dell’amore. L’esperienza giuridica della Chiesa deve da un lato contemplare il principio di legalità, dall’altro garantirne un’osservanza equa e giusta per raggiungere lo scopo ultimo della sua funzione: la salvezza delle anime. Solo coniugando legittimità e legalità e nel rigoroso rispetto delle garanzie, l’ordinamento canonico può restare fedele alla sua natura giuridica e alle sue peculiarità, che rispondono a quella realtà umano-divina che è la Chiesa.

Ai lavori di presentazione, introdotti dalla Prof.ssa Maria d’Arienzo, parteciperanno il Prof. Alberto Melloni, Ordinario di Storia del Cristianesimo presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia e Presidente della Fondazione per le Scienze Religiose Giovanni XXIII (FSCIRE); il Prof. Francesco Asti, Decano della Sezione San Tommaso d’Aquino della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale; il Prof. Luigi Ortaglio, OFM, Vicario Giudiziale del Tribunale Ecclesiastico Interdiocesano Partenopeo e di Appello; e il Dott. Paolo Coppola, Presidente della Sezione Lavoro del Tribunale Ordinario di Napoli.

«La Presentazione del volume di Mons. Sciacca, come dimostra la partecipazione di magistrati e di autorevoli studiosi delle Università statali e pontificie- spiega la Prof.ssa Maria d’Arienzo – evidenzia l’importanza di una sinergia tra le diverse istituzioni accademiche e gli organi giurisdizionali nella ricerca di adeguate soluzioni a quei “nodi della giustizia”, che come sottolineato da Mons. Sciacca rappresentano problematiche comuni ad ogni ordinamento, al di là delle specificità dei diversi sistemi giuridici. Un raffronto tra i distinti modelli processuali statuali e canonici può pertanto offrire degli importanti spunti di interesse per gli operatori giuridici, concretamente impegnati nella tutela dei diritti della persona, e per lo stesso legislatore, sia esso statuale o canonico, chiamato ad individuare l’assetto più appropriato per bilanciare le esigenze di prevenzione e repressione con il rispetto dei basilari diritti di difesa della persona».

Alla Presentazione sarà presente anche l’Autore, Mons. Giuseppe Sciacca, già Consultore in vari dicasteri della Curia Romana e Segretario del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, attualmente Presidente dell’ Ufficio  del Lavoro della Sede Apostolica.