A Bolsena una ‘Ortensia Giubileo’ per ricordare il Miracolo Eucaristico

Nel 1263 un prete boemo, di passaggio in Italia diretto a Roma, celebrava Messa nella Chiesa di Santa Cristina a Bolsena, la città sul lago omonimo poco distante da Viterbo. Scettico e dubbioso sulla reale presenza di Cristo nell’Eucarestia, vide nelle sue mani trasformarsi il pane in sangue, che uscì copioso e si riversò sul corporale, conservato oggi nel Duomo di Orvieto. E’ in brevissima sintesi quello che è passato alla storia come il ‘Miracolo di Bolsena’ e che Raffaello ha riprodotto in uno dei suoi celebri affreschi nella Stanze della Segnatura all’interno del Palazzo Apostolico in Vaticano. A 750 anni dal Miracolo Eucaristico e della Bolla pontificia ‘Transiturus’ emanata dal papa Urbano IV nel 1264, la Penitenzieria Apostolica, su mandato del Papa Emerito Benedetto XVI, ha concesso la celebrazione di uno speciale “Giubileo Eucaristico”, durante il quale fedeli e pellegrini possono lucrare l’Indulgenza plenaria come negli ordinari Anni Santi.

Il Giubileo, che è iniziato nello scorso mese di gennaio con l’apertura delle Porte Sante a Bolsena e a Orvieto, si concluderà nel mese di novembre dell’anno prossimo. Numerose le iniziative promosse nelle due cittadine e nell’intera diocesi di Orvieto-Todi nell’ambito di questo importante appuntamento culturale e religioso. Fra esse, la Festa delle Ortensie, in programma a Bolsena dal 21 al 23 giugno prossimi. Proprio per ricordare e rimarcare la coincidenza con le celebrazioni giubilari, gli organizzatori dell’evento floreale hanno pensato a una specie particolare, denominata ‘Ortensia Giubileo’, che verrà presentata durante la manifestazione. Organizzata dal Comune di Bolsena e dalla “Associazione Amici delle Ortensie”, la rassegna radunerà un qualificato gruppo di esperti, collezionisti ed appassionati di questo fiore. La mostra, una delle attrazioni principali nel panorama degli eventi che si svolgono in provincia di Viterbo, è un momento di grande eccellenza per la città di Bolsena, per rilanciare la bellezza di una delle cittadine più belle del Lazio, che attira ogni anno pellegrini e turisti in visita al borgo medievale e sulle rive del lago.

Nella tre giorni della manifestazione, tutta Bolsena diventerà un unico grande giardino, poiché gli spazi interessati all’esposizione sono l’intero asse viario che va da Porta Fiorentina a Piazza Matteotti, che sarà interamente occupata dagli stand espositivi. Ma la presenza dell’ortensia a Bolsena non è solo legata alla Festa. La tradizione dell’ornamento di questo fiore nell’arredamento urbano di Bolsena è molto antica, e oggi il lungolago, le piazze e i viali principali sono adornati da queste multicolori piante ornamentali, la cui massima fioritura coincide proprio con i giorni della rassegna.

89.31.72.207