Dal 9 al 14 agosto la VI edizione di ‘Carta di Leuca’: curare gli sguardi per un respiro di pace

La Fondazione di Partecipazione PCE ‘Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae’ comunica che dal 9 al 14 agosto si svolgerà ‘Carta di Leuca 2021’, la sesta edizione dell’evento internazionale avrà come tema: ‘Mediterraneo e pandemia: curare gli sguardi per un nuovo respiro di pace’.

A  questa edizione, nel rispetto del Protocollo sicurezza anti contagio Covid-19, nonostante le numerose adesioni, parteciperanno solo 30 giovani provenienti dall’Italia e dai Paesi del Mediterraneo, diversamente da quelle che si svolte dal 2016 al 2019, dove ogni anno parteciparono circa 300 giovani, con esclusione della scorsa edizione svolta solo online.

Ogni edizione, organizzata dalla Fondazione di Partecipazione PCE ‘Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae’ ha richiamato l’attenzione e ottenuto i consensi da Istituzioni nazionali e internazionali ed Enti locali, anche ‘Carta di Leuca 2021’ ha ottenuto il Patrocinio di: Regione Puglia-Assessorato al Mediterraneo, Presidenza del Consiglio Regionale della  Puglia, Unione dei Comuni ‘Terra di Leuca’, Fondazione  Migrantes,  Diocesi  Ugento – S. Maria di Leuca, Focsiv, Fondazione Don Tonino Bello, Diocesi di Nardo – Gallipoli, CIHEAM – Bari, Caritas Italiana, Maydan Association, Sale della Terra, Associazioni Culturale NarrAzioni, 8XMille Chiesa Cattolica e i Comuni di: Alessano, Castrignano del Capo, Ugento, Nardò, Aradeo e Matino.

I trenta giovani partecipanti, per avviare le attività dell’evento internazionale, si ritroveranno lunedì 9 Agosto alle ore 16.00 a Nardò presso Masseria Boncuri. Alle ore 19.30, sempre nello stesso luogo, si svolgerà l’evento pubblico Peace, che dopo i saluti di mons. Fernando Filograna, vescovo di Nardò-Gallipoli e di Giuseppe Mellone, sindaco di Nardò, prevede un incontro con il poeta Franco Arminio.

Ogni mattina, alle ore 7.00, a partire da martedì 10 Agosto fino a venerdì 13 agosto, solo i giovani partecipanti all’evento riprenderanno il cammino verso S. Maria De Finibus Terrae, raggiungendo le varie cittadine interessate all’evento: Aradeo, Matino, Ugento e Alessano, dove ogni pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 18.00 parteciperanno ai Tavoli della Convivialità.

Alle ore 19.30 di martedì 10 Agosto ad Aradeo presso l’Anfiteatro ‘Pino Zimba’-Villa Comunale, si svolgerà Peace³, con un incontro pubblico con l’inviato di ‘Striscia La Notizia’, Pinuccio (Alessio Giannone), preceduto dal saluto del Sindaco di Aradeo, Luigi Arcuti.

Il giorno successivo, mercoledì 11 Agosto, a Matino, presso Il Villaggio del Fanciullo, ai Tavoli della Convivialità parteciperà Francesca Materozzi di Maydan Association. Alle Ore 19.30, sempre a Matino presso il Palazzo Marchesale, si svolgerà Peace³, che dopo il saluto di Giorgio Salvatore Toma, sindaco di Matino, prevede l’incontro pubblico con il cantautore Cristiano Godano.

Alle ore 6.30 di sabato 14 Agosto, sul piazzale di S. Maria De Finibus Terrae, si svolgerà la cerimonia conclusiva con la proclamazione e la firma di ‘Carta di Leuca 2021’. Seguirà la Celebrazione Eucaristica presieduta da mons. Gjergj Meta, vescovo di Rrëshen (Albania) e al termine sono previsti i saluti del Sindaco di Castrignano del Capo, Santo Papa, del Prefetto di  Lecce,  Maria Rosa Trio; della Presidente del Consiglio Regionale della Puglia, Loredana Capone e  il discorso del vescovo di Ugento – S. Maria di Leuca, mons. Vito Angiuli, che in merito dichiara:

“Carta di Leuca è ormai un appuntamento del Capo di Leuca che sente la responsabilità di essere ponte tra Europa e Mediterraneo e custode del messaggio profetico di don Tonino Bello. Siamo alla sesta edizione di quello che per noi è un laboratorio di futuro.

Quest’anno abbiamo voluto a tutti i costi realizzare l’evento in presenza anche ridimensionandolo e facendolo vivere solo a 30 giovani, valorizzando in modo particolare il legame con l’Albania. Mediterraneo e pandemia saranno al centro del percorso culturale che i giovani faranno dal 9 al 14 agosto, per vedere nel periodo che abbiamo vissuto un invito a guarire gli sguardi per attivare insieme un nuovo e inedito processo di pace.

Un evento che quest’anno vede i giovani fare un cammino anche fisico da Nardò a De Finibus Terrae e fondamentale è stata la collaborazione dei partner nazionali, dei Comuni interessati e della Diocesi di Nardò-Gallipoli con il vescovo, mons. Fernando Filograna, che tutti ringrazio di cuore per il sostegno e la collaborazione ricevuti”.