Il grazie della Gregoriana a Benedetto XVI

Otto anni per imparare che Dio è amore, che al centro di tutto c’è il Signore, che il cristiano non deve essere mai tiepido. Il rettore della Pontificia università Gregoriana François-Xavier Dumortier, dice così il suo grazie a Benedetto XVI. E lo fa con tutti gli studenti della università. Nel pomeriggio del 25 febbraio nella Chiesa del Gesù al centro di Roma e della famiglia gesuita Dumortier ricorda la visita del Papa dl 3 novembre 2006. «Come università ecclesiastica pontificia- aveva detto il Papa- questo Centro accademico è impegnato a sentire in Ecclesia e cum Ecclesia. È un impegno che nasce dall’amore per la Chiesa, nostra Madre e Sposa di Cristo». Ecco allora, una Università speciale per la sua storia che rilegge gli otto anni del pontificato di Benedetto XVI intorno all’altare, con lo spirito di comunione della Chiesa. Nella omelia il rettore della Gregoriana riprende alcune parole del Papa ad un Sinodo: «C’è una passione nostra che deve crescere dalla fede, che deve trasformarsi in fuoco della carità. Gesù ci ha detto: Sono venuto per gettare fuoco alla terra e come desidererei che fosse già acceso. Origene ci ha trasmesso una parola del Signore: «Chi è vicino a me è vicino al fuoco». Il cristiano non deve essere tiepido».

Ecco davvero quello di Benedetto non è stato un pontificato tiepido e questo perché ha seguito quello che ha ricordato lui stesso pochi giorni fa, non bisogna chiudersi “nella ricerca del proprio successo, del proprio prestigio, della propria posizione, ma far sì che ogni giorno, nelle piccole cose, la verità, la fede in Dio e l’amore diventino la cosa più importante». Testimone della verità, ha ricordato Dumortier:“Ha voluto e osato affrontare le realtà e le sfide del male nella loro diversità e fin all’interno della Chiesa. Non potremo dimenticare la sua libertà e la sua determinazione impressionanti per non accettare ciò che oppone resistenza alla verità o la nega. La forza della verità è liberatrice e importa avere il coraggio di guardare le realtà ad occhi aperti per obbedire al Signore. La Chiesa cammina, con la grazia di Dio, sulle vie del mondo e della storia e si ricorda sempre che non è il potere mondano ma il potere della Croce, dell’umiltà e dell’amore che salva il mondo. Il coraggio della verità e la lotta spirituale per la verità aprono la strada di una fede sempre più profonda, sempre più vera.”

La Gregoriana ha detto il su grazie con la preghiera, con la riconoscenza, l’affetto e la profonda stima e con il ricordo della presenza di Joseph Ratzinger nelle sue aule. “Prima come Perito nel periodo del Concilio Vaticano II, poi come Professore invitato – nel 1972 – a tenere un corso sull’Eucaristia, in seguito tante altre volte come Cardinale, infine come nostro amato Santo Padre. Abbiamo fatto tesoro delle parole che ci rivolse il 3 novembre 2006, durante la sua ultima visita: «Non basta conoscere Dio; per poterlo realmente incontrare, lo si deve anche amare. La conoscenza deve divenire amore».

Oggi accogliamo la Sua decisione con immensa emozione e comunione spirituale.” Padre Adolfo Nicolas, Preposito Generale della Compagnia di Gesù e Vice Gran Cancelliere della Gregoriana ha detto: «Siamo profondamente grati per la fiducia e l’ispirazione che Papa Benedetto ci ha dato negli anni del suo Pontificato. Nello spirito del quarto voto, che unisce in modo speciale la Compagnia al Romano Pontefice, preghiamo per Papa Benedetto XVI e rinnoviamo l’impegno nella missione che egli ha affidato alla Compagnia. Infine,  invochiamo in modo speciale, insieme con tutta la Chiesa, la luce e la guida dello Spirito Santo, affinché sia prescelto ed eletto un nuovo Successore di Pietro. Continuiamo a credere che il Signore risorto sia fedele alla promessa di stare per sempre accanto alla sua Chiesa».

Domani mattina le lezioni alla Gregoriana sono sospese, la comunità di professori e studenti sarà in Piazza San Pietro a salutare Benedetto XVI, Papa teologo, professore e per questo certo particolarmente caro al mondo universitario romano.

89.31.72.207