Grazie mille!

Chi non comunica non esiste, ma come e cosa comunicare? Quando Korazym è nata come testata giornalistica il panorama informativo on line era molto diverso. L’ informazione istituzionale della Chiesa era appena apparsa in rete, i social praticamente sconosciuti ai più. Oggi tutto è cambiato ed è in rapidissima evoluzione. Il futuro è già passato e dalla rete tutti si aspettano fama e ricchezza. La rete però rimane ancora il mondo delle libertà. Certo servirebbe una legislazione come per la carta stampata, le tv, le radio. C’è sempre il rischio di una certa confusione. Ma c’è anche tanta libertà. E tanta varietà. E, leggendo i giornali, si può dire che il pensiero dell’uomo oggi non si esprime più sui media classici, ma tramite la rete. Eppure la carta stampata è ancora una dei veicoli più importanti della informazione cattolica.

Non quella istituzionale, ma quella dei bollettini parrocchiali, dei giornali dei santuari, delle pubblicazioni delle associazioni. Anche questa è informazione libera, perché non legata ad altro se non al piacere dell’informare, del comunicare. Cosa comunicare, e come? Il “cosa” lo abbiamo scelto più di dieci anni fa. Comunichiamo la verità. Non ovviamente con la pretesa di essere perfetti, ma con l’impegno di fare del tutto per essere “veri” “corretti” e , perché no, anche controcorrente. Così come deve essere un cristiano.

Per noi i titoli non sono mai quelli che vanno per la maggiore, ma gli “altri” quelli che non fanno i grandi giornali o i siti più “ricchi e potenti”. E’ una grande e difficile prova di libertà. Ci vuole molto più tempo ad arrivare al “grande pubblico”, ma chi ci segue sa che il Progetto Korazym.org è una vera palestra di umanità nella informazione, di correttezza, e anche di metodo. Perché la professionalità è in cima alla lista dei nostri valori. Korazym.org è una testata cattolica.

Troverete sempre le informazioni sulla Chiesa, sul Papa, sul mondo cattolico e pagine di spiritualità. Ma è anche un modo di raccontare arte, cinema, tv, letteratura con uno sguardo diverso, non banale. Almeno ci proviamo. Siamo tutti volontari. E questo ci rende più liberi, anche se ci costa più fatica. Ognuno di noi ha una vita professionale, in genere legata alla comunicazione, molti di noi sono giornalisti professionisti, ma ci sono anche insegnati o professionisti di altri settori. E poi i giovani. Anche se non tutti siamo giovani anagraficamente, lo sguardo verso il mondo è quello della gioventù dell’anima.

Grazie ai 1010 che hanno gradito la nostra pagina FB, grazie a chi ci segue su TW, su Linkedin, e su i social che frequenteremo, grazie a chi legge le nostre pagine. A tutti voi promettiamo di impegnarci sempre al massimo, e chiediamo benevolenza per i nostri limiti. Cercheremo di rendere più bello Korazym.org non solo con una estetica migliore e un sito più funzionale, ma con il cuore e il cervello. Grazie e forza, arriviamo a 2000.

89.31.72.207