European Broadcasting Union: eletto il nuovo Board esecutivo per il biennio 2021-22

L’European Broadcasting Union, la maggiore associazione mondiale dei media di servizio pubblico (che conosco bene, ex professo, per la collaborazione istituzionale che ho avuto con l’ente durante 30 anni e in particolare con il Capo, Tony Naets in mio connazionale), ha rinnovato il board esecutivo che nei prossimi due anni affiancherà il Presidente Delphine Ernotte Cunci di France Télévisions e il Vicepresidente Petr Dvořák di Czech TV, alla guida dell’ente.

Tra i nove membri è stato confermato per un secondo mandato il Vicedirettore della Direzione Affari generali del Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede, l’amico Dott. Giacomo Ghisani (in basso a sinistra nelle foto), in qualità di rappresentante legale della Radio Vaticana. “Ritengo che questa decisione sia un riconoscimento del lavoro svolto dalla Radio Vaticana, che è membro fondatore dell’EBU”, ha commentato a Vatican News, e “che con le proprie trasmissioni realizza un vero servizio pubblico a favore delle comunità e del bene comune che in questo tempo di pandemia è particolarmente prezioso”. Gli altri, eletti dall’Assemblea generale dell’EBU, sono Thomas Bellut, Direttore generale di ZDF (Germania), Cilla Benkö, Direttore generale della SR (Svezia), Marcello Foa Presidente della Rai, Monika Garbačiauskaitė-Budrienė, di LRT (Lituania), Sebastian Sergei Parker, Vicedirettore generale di Channel One (Russia). Gonçalo Reis, Presidente e Ceo di RTP (Portogallo), Fran Unsworth, Direttore News e attualità della BBC e Alexander Wrabetz, Direttore generale dell’austriaca ORF.

“Sono lieta di aver potuto riunire una così grande quantità di competenze ed esperienze e di aver potuto mantenere l’equilibrio della diversità geografica, economica e culturale dei membri dell’EBU nella composizione del nuovo Consiglio Direttivo”, ha commentato a Vatican News il Presidente Delphine Ernotte Cunci, “per la prima volta, sono anche orgogliosa di includere 3 donne nel Consiglio di amministrazione”. Il nuovo Board entrerà in carica il primo gennaio 2021 e terminerà il suo mandato a fine dicembre 2022.

Fanno parte di EBU – la maggiore associazione mondiale dei media di servizio pubblico – 115 emittenti in 56 paesi, con altri 34 associati in Asia, Africa, Australia e Americhe. Il pubblico che segue i programmi EBU supera il miliardo di persone in tutto il mondo, con trasmissioni in più di 160 lingue. La Radio Vaticana ne è membro fondatore dal 1950.

Foto di copertina: Parabola satellitare presso la sede della EBU a Ginevra, Svizzera.

89.31.72.207