L’Arcivescovo di San Francisco condurrà un esorcismo sul sito dove una statua di Junípero Serra è stata vandalizzata

L’Arcivescovo di San Francisco ha in programma di condurre un esorcismo oggi 17 ottobre nel luogo dove una statua di San Junípero Serra è stata abbattuta, di fronte alla chiesa della Missione di San Rafael a San Rafael in California. Solo i piedi del santo sono rimasti dopo che la statua sulla proprietà della chiesa è stata vandalizzata e profanata il 12 ottobre, da quella che l’Arcivescovo metropolita di San Francisco Salvatore J. Cordileone ha descritto come una “piccola folla violenta”, che spera sarà perseguita per aver distrutto la statua.

L’atto vandalico è stato commesso nel Columbus Day (o Giornata dei popoli indigeni, come la festa viene ora chiamata in alcune città e stati, inclusa la California) durante una inizialmente pacifica protesta tenutasi presso la chiesa della Missione di San Rafael, ha detto l’Arcivescovo Cordileone, ma poi alcuni manifestanti sono diventati violenti e hanno distrutto la statua.

“Di nuovo, questa volta nella parrocchia di San Rafael, una statua di San Junípero Serra è stata rovesciata e distrutta senza esitazione da una piccola folla violenta”, ha detto l’Arcivescovo Cordileone in una dichiarazione del 13 ottobre. “Questo tipo di comportamento non ha posto in nessuna società civile”, ha aggiunto. Ha detto che la polizia ha arrestato cinque “degli autori”, ma “quello che succederà dopo è cruciale”. “Se questo venga trattato come piccolo crimine contro la proprietà, si perde il punto: i simboli della nostra fede sono ora sotto attacco, non solo sul suolo pubblica, ma ora sulla nostra proprietà e persino all’interno delle nostre chiese”, ha detto. “Non possiamo permettere a un piccolo gruppo di trasgressori della legge, persone non elette, di decidere quali simboli sacri noi cattolici o altri credenti possiamo mostrare e utilizzare per promuovere la nostra fede. Questo deve finire”.

“Non c’è dubbio che le popolazioni indigene del nostro continente abbiano sofferto sotto gli europei che sono venuti qui e i loro discendenti, soprattutto dopo che l’era della missione è finita e la California è entrata negli Stati Uniti”, ha aggiunto l’Arcivescovo Cordileone. “Ma Padre Serra è il simbolo sbagliato di coloro che desiderano affrontare o rimediare a questa lamentela”.

Noto per aver diffuso il Vangelo nel Nuovo Mondo durante il XVIII secolo, Padre Serra era un frate francescano arrivato in Messico dalla Spagna. Si è fatto strada a piedi lungo la costa del Messico e in California, dove ha stabilito una catena di missioni che ora sono i nomi di città famose come San Diego, San Francisco e Santa Barbara. Fu il primo presidente del sistema missionario della California e fondò personalmente 9 delle 21 missioni sul territorio californiano. Si stima che durante il suo ministero San Junípero Serra abbia battezzato circa 6.000 nativi (sarà questa la sua colpa per i cristianofobici).

Nel 2015, alcune persone si opposero alla sua canonizzazione, come i critici della sua beatificazione nel 1988, a causa delle domande sollevate su come Padre Serra avrebbe trattato i popoli nativi della California e sull’impatto della colonizzazione spagnola sui popoli nativi in tutte le Americhe.

Negli ultimi anni, gli attivisti hanno anche attaccato l’eredità di Cristoforo Colombo, dicendo che non dovrebbe essere onorato con una festa federale o con statue. Durante l’estate furono profanate anche alcune statue di Colombo. La ridenominazione della Giornata di Colombo in Giornata dei popoli indigeni in varie località è stata fatta in riconoscimento delle popolazioni indigene sfollate dopo l’arrivo di Colombo nelle Americhe nel 1492 e l’esplorazione e la colonizzazione europea che seguirono.

Padre Serra e i suoi confratelli francescani hanno rinunciato al mondo per dare la loro vita al servizio dei popoli nativi e così li hanno protetti dagli abusi dei loro concittadini spagnoli”, ha detto l’Arcivescovo Cordileone. “Guardare a Padre Serra come l’icona dell’oppressione degli indiani”, ha osservato, “è come fare lo stesso con Abraham Lincoln e l’istituzione della schiavitù negli Stati Uniti”. Ha riconosciuto che “ci sono cicatrici profonde e persistenti da questa oppressione che devono essere sanate, ma denigrare un grande uomo che si è sacrificato per proteggere i diritti degli oppressi non è il modo in cui otteniamo questo”.”Il riconoscimento della verità deve necessariamente precedere la guarigione e la riconciliazione. Attaccare i simboli di fede di milioni di cattolici, che appartengono a tante etnie diverse quanto qualsiasi fede in America, è controproducente”, ha aggiunto. “È anche semplicemente sbagliato”.

La scorsa estate, una statua di San Junípero Serra nel Golden Gate Park della città è stata rovesciata e in risposta l’Arcivescovo Cordileone, insieme a diverse dozzine di persone, ha guidato il Rosario il 27 giugno e ha recitato la Preghiera di San Michele Arcangelo per la protezione dal male nel sito della statua ormai abbattuta.

A Sacramento, una statua di Padre Serra al Campidoglio della California a Capitol Park è stata abbattuta da un gruppo di manifestanti il 4 luglio.
La profanazione di queste statue fa parte di un’ondata di attacchi a chiese e statue cattoliche in tutto il Paese negli ultimi mesi.

Articoli precedenti

La difesa della statua e dell’eredità di San Junípero Serra nella Missione Santa Ynez a Solvang, California – 23 agosto 2020
Senatore John Kennedy: “I cattolici sono sotto attacco in America” – 14 agosto 2020
Non si tratta di statue vandalizzate o abbattute. Questa è una guerra alla civiltà | di John Horvat II – Return to Order – 2 luglio 2020
Dem, Antifa e BLM. L’ignoranza sta facendo più guai delle guerre e questo grazie alle menzogne ufficiali considerate verità – 26 giugno 2020
Il Capo della Comunione anglicana Rev Justin Welby: “Gesù non era bianco”. E le statue da rimuovere – 26 giugno 2020
Cosa insegna il vandalismo delle statue di San Junípero Serra – Prima parte – 25 giugno 2020
Cosa insegna il vandalismo delle statue di San Junípero Serra – Seconda parte – 25 Giugno 2020

Foto di copertina: La base di quella che era una statua di San Junípero Serra di fronte alla Missione San Raphael a San Rafael, in California, dopo che i vandali hanno abbattuto la statua il 12 ottobre 2020.

89.31.72.207