Le “tempeste” che la Chiesa ha dovuto attraversare nella storia

La storia della Chiesa è in ogni secolo quella delle sue persecuzioni e delle sue rinascite, delle sue apostasie e delle sue conversioni, delle sue sconfitte e dei suoi trionfi. Nella formazione di un cattolico lo studio di queste vicende dovrebbe sempre accompagnarsi a quello della filosofia e della teologia perché è nella storia che si concretizzano i princìpi metafisici e morali ed è nella storia che ognuno di noi vive e fa le sue scelte. Per un cattolico, tuttavia, la storia non è solo una profana «maestra di vita»; è innanzitutto una chiave per scoprire le leggi che regolano i destini temporali ed eterni degli uomini.

Questi temi sono stati sviluppati in una serie di conversazioni mensili a Radio Maria. In un primo volume pubblicato dalla Sugarco Edizioni con il titolo La Chiesa fra le tempeste. Il primo millennio di storia della Chiesa nelle conversazioni a Radio Maria, il Prof. Roberto de Mattei [*] ha ripercorso il primo millennio della storia della Chiesa, dall’era dei martiri all’epopea delle crociate.

Ora è uscita la seconda parte di quelle conversazioni (La Chiesa fra le tempeste. Dal Medioevo alla Rivoluzione Francese) che, seguendo il filo cronologico, dal Medioevo arrivano fino alla Rivoluzione francese e alla nascita della Contro-Rivoluzione cattolica. Il ritorno alla civiltà cristiana, che si attua e si immedesima nella Chiesa cattolica, è, per l’autore, l’unica soluzione ai mali che affliggono la società moderna e sono altrimenti destinati ad aggravarsi.

[*] Roberto de Mattei è Presidente della Fondazione Lepanto, dirige il mensile Radici Cristiane e l’agenzia settimanale Corrispondenza Romana. Ha insegnato presso le università La Sapienza, Cassino e Università Europea ed è stato Vice-Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche. È autore di numerosi libri di carattere storico-religioso tradotti in varie lingue.

89.31.72.207