La difesa della statua e dell’eredità di San Junípero Serra nella Missione Santa Ynez a Solvang, California

Sabato 22 agosto 2020 alle ore 15.00 è stato celebrata sul terreno della “Old Mission Santa Ynez” la Santa Messa per la Festa della Regalità di Maria, presieduta dal Vescovo ausiliare dell’Arcidiocesi di Los Angeles Mons. Robert Barron, fondatore di “Word on Fire Catholic Ministries”, in difesa della statua e dell’eredità di San Junípero Serra dai manifestanti che ne chiedono la rimozione. Nell’annuncio per la Santa Messa il parroco della Missione Santa Ynez Fra Bobby Barbato, OFM Cap ha sottolineato che si trattava di un momento di preghiera, non di protesta. Quindi, senza manifesti, attrezzature politiche, ecc. Per garantire la sicurezza di tutti, l’intero campus della Missione Santa Ynez era stato chiuso per tutti i gruppi di protesta dalle ore 16:00 del giorno precedente fino alla mattina dopo per la messa e Fra Bobby ha chiesto di rispettare i diritti della Missione.

Gli attacchi alle statue di San Junípero Serra in California si inquadrano in un progetto più ampio di riscrivere la storia, di mettere da parte ogni forma di evangelizzazione cristiana, da inquadrare come una forma di oppressione. Su questo argomento avevamo proposto il 25 giugno 2020 una riflessione in due parti:
Cosa insegna il vandalismo delle statue di San Junípero Serra – Prima parte – 25 giugno 2020
Cosa insegna il vandalismo delle statue di San Junípero Serra – Seconda parte – 25 giugno 2020
Inoltre, ricordiamo:
Senatore John Kennedy: “I cattolici sono sotto attacco in America” – 14 agosto 2020

“Amici, sto lasciando solo ora la Missione Santa Ynez a Solvang dove ho trascorso la giornata offrendo Messa, pregando il Rosario e difendendo la statua e l’eredità di San Junípero Serra dai manifestanti che chiedono la rimozione della sua statua da proprietà privata della chiesa. La giornata si è conclusa serenamente. Per favore pregate per i frati e i parrocchiani della Missione Santa Ynez” (Vescovo Robert Barron).

Solvang è una città di circa 5.500 abitanti nella contea di Santa Barbara dello stato del California. Solvang significa “campo soleggiato” in danese. La città fu infatti fondata da un gruppo di educatori danesi nel 1911 su una superficie di 36 km² che apparteneva precedentemente agli spagnoli.

Solvang.

In un Messaggio alla vigila della Festività dell’Assunta, il parroco della “Old Mission Santa Ynez” a Solvang, Fra Bobby Barbato, OFM Cap ha scritto: «E Maria disse: “L’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, perché ha guardato l’umiltà della sua serva.”. Il 15 agosto è la festa dell’Assunzione della Madonna al cielo. Le chiediamo di condurci con lei alla presenza di suo Figlio per l’eternità. Sulla terra dobbiamo seguire il suo esempio, proclamando la grandezza di Dio, vivendo una vita di carità e seguendo Gesù fino alla croce e alla risurrezione. Madre di Dio, tu sei la nostra Madre: prega per noi e guidaci, i tuoi figli in Cristo! Chiedo a tutti la prossima settimana di pregare in modo speciale per la guida di Dio mentre rispondiamo alle proteste contro San Junípero Serra. Di nuovo, chiedo a tutti di pregare la Madonna del Rifugio e San Junipero per avere una guida. Avremo un Rosario speciale ogni giorno per questa intenzione. Ritengo che la nostra migliore risposta alla protesta contro San Junípero Serra sia la pazienza, la preghiera e l’umiltà. Serra è un santo perché ha preso sul serio il Vangelo: il modo migliore per onorarlo è fare lo stesso. Ama Dio con tutto il tuo cuore, la tua anima e la tua forza; ama il tuo prossimo come te stesso. Grazie per tutte le vostre preghiere e supporto durante questi tempi difficili. Che il Signore ci benedica sempre!».

La Old Mission Santa Ynez o Santa Inés dei frati francescani cappuccini era una missione spagnola nell’odierna città di Solvang, intitolata a Sant’Agnese di Roma, fondata il 17 settembre 1804 dal cappuccino Fra Estévan Tapís. Il sito della Missione Santa Ynez era stato scelto come punto intermedio tra la Missione di Santa Barbara e la Missione La Purísima Concepción, per alleviare al sovraffollamento di queste due missioni e per servire i nativi americani che vivono a nord della catena costiera. La missione era la sede del primo istituto di istruzione in Alta California e oggi funge da museo e chiesa parrocchiale dell’arcidiocesi di Los Angeles, cuore della locale comunità di fede cattolica e centro culturale storico della Valle di Santa Ynez. È anche designato come monumento storico nazionale, noto come una delle 21 missioni cattoliche della California meglio conservate.

Purtroppo, una recente petizione che chiedeva la rimozione della statua di Junípero Serra, che si trova sul terreno della missione, ha diffamato le missioni francescane in California e San Junípero Serra che le ha fondate. In un messaggio del 19 luglio 2020, il parroco Fra Bobby Barbato, OFM Cap ha espresso la preoccupazione e comprensione della comunità per il dolore espresso da alcuni popoli nativi della California a causa dei crimini commessi contro i loro antenati durante il periodo coloniale. Ha riconosciuto che il coinvolgimento di San Junípero Serra nella politica coloniale spagnola è problematico e il sistema missionario era tutt’altro che perfetto, ma non c’è alcun supporto storico per l’attacco al suo carattere, che si trova nella formulazione della petizione e nelle dichiarazioni successive.

La statua di San Junípero Serra alla Missione di Santa Ynez non è un monumento storico o civico. Piuttosto, è l’immagine di un santo deciso a incoraggiarci a trattarci l’un l’altro con amore e rispetto come ci insegna la nostra fede cattolica.

Fra Bobby ha osservato che il Consiglio Comunale di Ventura, in consultazione con la popolazione locale, compresi i rappresentanti del Chumash (una tribù di nativi americani stanziati nelle zone costiere della California centrale, le contee di San Luis Opispo, Santa Barbara e Lo s Angeles), ha deciso che la statua di San Junípero Serra che ora si trova sulla proprietà della città doveva essere collocata in modo più appropriato nella Missione di San Buenaventura, come un luogo di culto e non su demanio pubblico. Poiché, con la risoluzione finale concordata per la statua a Ventura, la statua a Solvang si trova già in un luogo di culto su proprietà privata della Chiesa.

Il Sindaco Ryan Toussaint di Solvang ha giustamente osservato ai firmatari della petizione chiedendone la rimozione, che la statua di San Junípero Serra non si trova su una proprietà della città, ma sul terreno della missione, che è proprietà privata. Quindi la Città di Solvang non ha giurisdizione sulla sua collocazione.

La Missione Santa Ynez a Solvang.

Nel suo messaggio del 19 luglio 2020 Fra Bobby ha scritto: “Riconosciamo il desiderio di rimuovere le statue che si trovano su proprietà pubblica, ma in quanto luogo di culto per migliaia di fedeli cattolici, dobbiamo rispettosamente affermare il nostro diritto del Primo Emendamento di mantenere la statua di San Junípero Serra al sicuro sul terreno della nostra missione dove si trova e dove i fedeli possono visitarla e venerarla. La storia della California, compresa l’era coloniale spagnola, presenta questioni che devono essere riconosciute e discusse, in particolare il rapporto tra le popolazioni indigene e coloro che sono venuti in seguito da molte parti del mondo. Accogliamo con favore il dialogo continuo con gli attuali residenti della Valle di Santa Ynez e ulteriori discussioni sul modo migliore per continuare a costruire una società che sia più giusta e che rispetti la dignità di ogni persona”.

89.31.72.207