Camera dei deputati quasi all’unanimità approva proposta di legge che istituisce giornata in memoria dei morti “da Coronavirus”

Mentre gran parte delle Regioni sono alle prese con nuovi cluster e focolai, il testo della proposta di legge, approvato oggi a Montecitorio quasi all’unanimità (con 418 voti a favore, nessun contrario e tre astensioni) prevede che la Repubblica riconosca il 18 marzo di ciascun anno come “Giornata nazionale in memoria di tutte le vittime dell’epidemia da coronavirus”, al fine di conservare e di rinnovare la memoria di tutte le persone che sono decedute a causa di tale epidemia.

Il cupo lamento dei motori strappa la coltre di silenzio che avvolge la via Borgo Palazzo deserta. Sono da poco passate le dieci della sera del 18 marzo 2020. La gente si affaccia alle finestre. Qualcuno punta lo smartphone e scatta un’immagine che resterà tristemente nella storia. Trenta camion dell’esercito in ordinata fila percorrono lentamente il percorso che va dal cimitero al casello dell’autostrada. Trasportano 65 bare che Bergamo non può più seppellire, che non riesce più nemmeno a cremare. I militari le scorteranno a Modena e Bologna, poi le ceneri torneranno dai loro cari. È l’unica processione funebre che la città può permettersi.

I deputati bergamaschi del Partito Democratico, Maurizio Martina (relatore della proposta di legge) ed Elena Carnevali nel loro annuncio hanno indicato il motivo per la scelta del 18 marzo: «È stata approvata oggi, giovedì, alla Camera dei deputati la proposta di legge di cui siamo stati promotori per l’istituzione, il 18 marzo di ogni anno, della Giornata nazionale in memoria di tutte le vittime dell’epidemia di Coronavirus. Quello è il tragico giorno che ha cambiato la percezione dell’emergenza di molti cittadini ovunque, quando i camion militari a Bergamo hanno dovuto accompagnare fuori dalla città i primi feretri».

Subito dopo aver riportato la citazione di prima, L’Eco di Bergamo aggiunge: “La data del 18 marzo è stata scelta poiché fu la giornata in cui si registrò il maggior numero di decessi su scala nazionale” (dopo aver scritto nell’incipit dell’articolo: “La Giornata nazionale sarà il 18 marzo nel giorno del tragico corteo dei carri militari che scortavano i feretri fuori da Bergamo verso altre città”). Anche Monica Rubino su la Repubblica scrive: “La data del 18 marzo è stata scelta poiché fu la giornata in cui si registrò il maggior numero di decessi su scala nazionale”. E L’Unione Sarda, che pubblica – da “Archivio L’Unione Sarda”… no comment – la foto con didascalia “I camion che trasportano le bare di Bergamo, immagine simbolo dell’epidemia in Italia”: “La data è stata scelta perché è quella in cui si registrò il maggior numero di decessi su scala nazionale”. E ci fermiamo qui, a costatare che c’è chi non ha neanche contezza dei morti che sono stati registrati ogni giorno, dal 21 febbraio, per 154 giorni fino ad oggi.

Invece, il 18 marzo furono registrati 475 decessi (era il 27° giorno, con una media giornaliera di 110 decessi), mentre la giornata in cui si registrò il maggior numero di decessi su scala nazionale fu il 27 marzo, con 969 decessi (era il 36° giorno). Questo secondo l’elenco che aggiorno da 154 giorni, con i dati forniti giornalmente dal Dipartimento della Protezione Civile.

Tabella con i decessi al giorno, il totale dei decessi e la media giornaliera dei decessi
[A cura dello Staff del “Blog dell’Editore”]
Numero giorno – Data – Decessi del giorno [*] (Totale decessi) – Media giornaliera dei decessi (arrotondata)

1 – 21.02 – 1 (1) – 1
2 – 22.02 – 1 (2) – 1
3 – 23.02 – 1 (3) – 1
4 – 24.02 – 3 (6) – 1
5 – 25.02 – 1 (7) – 1
6 – 26.02 – 5 (12) – 2
7 – 27.02 – ? (?) – ?
8 – 28.02 – ? (21) – 3
9 – 29.02 – 8 (29) – 3
10 – 01.03 – 5 (34) – 3
11 – 02.03 – ? (?) – ?
12 – 03.03 – ? (79) – 7
13 – 04.03 – 28 (107) – 8
14 – 05.03 – 41 (148) – 11
15 – 06.03 – 49 (197) – 13
16 – 07.03 – 36 (233) – 15
17 – 08.03 – 133 (366) – 22
18 – 09.03 – 97 (463) – 26
19 – 10.03 – 168 (631) – 33
20 – 11.03 – 196 (827) – 41
21 – 12.03 – 189 (1.016) – 48
22 – 13.03 – 250 (1.266) – 58
23 – 14.03 – 175 (1.441) – 63
24 – 15.03 – 368 (1.809) – 75
25 – 16.03 – 349 (2.158) – 86
26 – 17.03 – 345 (2.503) – 96
27 – 18.03 – 475 (2.978) – 110
28 – 19.03 – 427 (3.405) – 122
29 – 20.03 – 627 (4.032) – 139
30 – 21.03 – 793 (4.825) – 161
31 – 22.03 – 650 (5.475) – 177
32 – 23.03 – 602 (6.077) – 189
33 – 24.03 – 743 (6.820) – 207
34 – 25.03 – 683 (7.503) – 221
35 – 26.03 – 662 (8.165) – 233
36 – 27.03 – 969 (9.134) – 254
37 – 28.03 – 889 (10.023) – 271
38 – 29.03 – 756 (10.779) – 284
39 – 30.03 – 818 (11.597) – 297
40 – 31.03 – 831 (12.428) – 311
41 – 01.04 – 727 (13.155) – 321
42 – 02.04 – 760 (13.915) – 331
43 – 03.04 – 766 (14.681) – 341
44 – 04.04 – 681 (15.362) – 349
45 – 05.04 – 525 (15.887) – 353
46 – 06.04 – 636 (16.523) – 359
47 – 07.04 – 604 (17.127) – 364
48 – 08.04 – 542 (17.669) – 368
49 – 09.04 – 610 (18.279) – 373
50 – 10.04 – 570 (18.849) – 377
51 – 11.04 – 619 (19.468) – 382
52 – 12.04 – 431 (19.899) – 383
53 – 13.04 – 566 (20.465) – 386
54 – 14.04 – 602 (21.067) – 390
55 – 15.04 – 578 (21.645) – 394
56 – 16.04 – 525 (22.170) – 396
57 – 17.04 – 575 (22.745) – 399
58 – 18.04 – 482 (23.227) – 400
59 – 19.04 – 433 (23.660) – 401
60 – 20.04 – 454 (24.114) – 402
61 – 21.04 – 534 (24.648) – 404
62 – 22.04 – 437 (25.085) – 405
63 – 23.04 – 464 (25.549) – 406
64 – 24.04 – 420 (25.969) – 406
65 – 25.04 – 415 (26.384) – 406
66 – 26.04 – 260 (26.644) – 404
67 – 27.04 – 333 (26.977) – 403
68 – 28.04 – 282 (27.359) – 402
69 – 29.04 – 323 (27.682) – 401
70 – 30.04 – 285 (27.967) – 400
71 – 01.05 – 269 (28.236) – 398
72 – 02.05 – 474 (28.710) – 399
73 – 03.05 – 174 (28.884) – 396
74 – 04.05 – 195 (29.079) – 393
75 – 05.05 – 236 (29.315) – 391
76 – 06.05 – 369 (29.684) – 391
77 – 07.05 – 274 (29.958) – 389
78 – 08.05 – 243 (30.201) – 387
79 – 09.05 – 194 (30.395) – 385
80 – 10.05 – 165 (30.560) – 382
81 – 11.05 – 179 (30.739) – 379
82 – 12.05 – 172 (30.911) – 377
83 – 13.05 – 195 (31.106) – 375
84 – 14.05 – 262 (31.368) – 373
85 – 15.05 – 242 (31.610) – 372
86 – 16.05 – 153 (31.763) – 369
87 – 17.05 – 145 (31.908) – 367
88 – 18.05 – 99 (32.007) – 364
89 – 19.05 – 162 (32.169) – 361
90 – 20.05 – 161 (32.230) – 358
91 – 21.05 – 156 (32.486) – 357
92 – 22.05 – 130 (32.616) – 355
93 – 23.05 – 119 (32.735) – 352
94 – 24.05 – 50 (32.785) – 349
95 – 25.05 – 92 (32.877) – 346
96 – 26.05 – 78 (32.955) – 343
97 – 27.05 – 117 (33.072) – 341
98 – 28.05 – 70 (33.142) – 338
99 – 29.05 – 87 (33.229) – 336
100 – 30.05 – 111 (33.340) – 333
101 – 31.05 – 75 (33.415) – 331
102 – 01.06 – 60 (33.475) – 328
103 – 02.06 – 55 (33.530) – 326
104 – 03.06 – 71 (33.601) – 323
105 – 04.06 – 88 (33.689) – 321
106 – 05.06 – 85 (33.774) – 319
107 – 06.06 – 72 (33.846) – 316
108 – 07.06 – 53 (33.899) – 314
109 – 08.06 – 65 (33.964) – 312
110 – 09.06 – 79 (34.043) – 309
111 – 10.06 – 71 (34.114) – 307
112 – 11.06 – 53 (34.167) – 305
113 – 12.06 – 56 (34.223) – 303
114 – 13.06 – 78 (34.301) – 301
115 – 14.06 – 44 (34.345) – 299
116 – 15.06 – 26 (34.371) – 296
117 – 16.06 – 34 (34.405) – 294
118 – 17.06 – 43 (34.448) – 292
119 – 18.06 – 66 (34.514) – 290
120 – 19.06 – 47 (34.561) – 288
121 – 20.06 – 49 (34.610) – 286
122 – 21.06 – 24 (34.634) – 284
123 – 22.06 – 23 (34.657) – 282
124 – 23.06 – 18 (34.675) – 280
125 – 24.06 – -31 (34.644) – 277 [**]
126 – 25.06 – 34 (34.678) – 275
127 – 26.06 – 30 (34.708) – 273
128 – 27.06 – 8 (34.716) – 271
129 – 28.06 – 22 (34.738) – 269
130 – 29.06 – 6 (34.744) – 267
131 – 30.06 – 23 (34.767) – 265
132 – 01.07 – 21 (34.788) – 264
133 – 02.07 – 30 (34.818) – 262
134 – 03.07 – 15 (34.833) – 260
135 – 04.07 – 21 (34.854) – 258
136 – 05.07 – 7 (34.861) – 256
137 – 06.07 – 8 (34.869) – 255
138 – 07.07 – 30 (34.899) – 253
139 – 08.07 – 15 (34.914) – 251
140 – 09.07 – 12 (34.926) – 249
141 – 10.07 – 12 (34.938) – 248
142 – 11.07 – 7 (34.945) – 246
143 – 12.07 – 9 (34.954) – 244
144 – 13.07 – 13 (34.967) – 243
145 – 14.07 – 17 (34.984) – 241
146 – 15.07 – 13 (34.997) – 240
147 – 16.07 – 20 (35.017) – 238
148 – 17.07 – 11 (35.028) – 237
149 – 18.07 – 14 (35.042) – 235
150 – 19.07 – 3 (35.045) – 234
151 – 20.07 – 13 (35.058) – 232
152 – 21.07 – 15 (35.073) – 231
153 – 22.07 – 9 (35.082) – 229
154 – 23.07 – 10 (35.092) – 228

[*] Dati forniti dal Dipartimento della Protezione Civile.
[?] Dati non forniti dal Dipartimento della Protezione Civile (invece, nei totali complessivi sono inclusi i dati dei decessi mancanti).
[**] 30 – 61 (ricalcolo Provincia Autonoma di Trento).

Ad oggi, 23 luglio la media giornaliera dei decessi è 228. Questo valore è al livello tra il 27 marzo (media giornaliera di 254) e 26 marzo (media giornaliera di 233). Il 26 marzo (il 35° giorno) il numero dei morti in 24 ore era 662.

La media giornaliera dei decessi più alta (406) fu raggiunta nei giorni 23, 24 e 25 aprile (63°, 64° e 65° giorno) con rispettivamente 464, 420 e 415 decessi in 24 ore. Da quel momento la curva della media giornaliera dei decessi è in discesa.

Apprendiamo inoltre, che secondo il testo della proposta di legge approvata a Montecitorio – che adesso è inviato a Palazzo Madama – in quella giornata in tutti i luoghi pubblici e privati dovrà essere osservato un minuto di silenzio dedicato alle vittime dell’epidemia.

Per il resto dell’anno staremo in silenzio, senza memoria sulla responsabilità – mai accertata ufficialmente in sede competente – per i 35.092 morti fino ad oggi, 23 luglio (154° giorno)? E che non mi si dica, che la responsabilità è soltanto di una stupidissima vita inferiore come il Coronavirus di Wuhan e che gli arrabbattoni, che ci “governano” con strafottenza, non c’entrano per niente. Loro, con la loro faccia di bronzo, già da tempo si sono parato il sedere per la resa dei conti del dopo. Ecco, l’espressione più adatta per quelli è faccia tosta come il sedere (e mi sforza a rimanere signorile). Con loro cazzimma vanno presi tutti con pedate il quel posto. Altroché “giornate alla memoria” [La verità trova sempre una strada, scegliendosi un cuore e la sua penna – 5 aprile 2020].

Possiamo stare in silenzio davanti ad un parlamento che si auto-assolve dalla colpevole assenza mentre un Presidente del Consiglio dei ministri – eletto da nessuno – si assumeva tutti i poteri non solo esecutivi ma anche legislativi, sospendendo nel contempo i diritti costituzionali dei cittadini [Uno scudo penale per il Coronavirus: nel decreto Cura Italia spunta l’emendamento PD per sanare le responsabilità politiche – 3 aprile 2020]?

Possiamo far passare in silenzio l’istaurazione di una giornata alla memoria delle vittime di Covid-19, mentre nessuna autopsia medico legale abbia accertato la causa del decesso [Terminare lockdown della scienza: grave errore non eseguire autopsie – 22 maggio 2020]?

«Qualcuno può pensare che questo passo sia inutile. Che una giornata della memoria non cambia le cose. E invece no. Noi – ha detto Martina – crediamo tenacemente nel bisogno di costruire una memoria collettiva di quello che il Paese ha vissuto con questa tragedia. Perché un Paese coeso e forte si riconosce anche in questa capacità di elaborare le proprie tragedie insieme e di lasciare questa eredità nel futuro».

«Il Presidente Mattarella, davanti al cimitero monumentale di Bergamo lo scorso 18 giugno, ha detto “la memoria ci carica di responsabilità e senza coltivarla rischieremmo di restare prigionieri di inerzie, pigrizie, vecchi vizi”. Penso davvero non ci siano parole migliori per spiegare il senso di questa proposta per fare del 18 marzo di ogni anno una giornata di memoria, di impegno e di responsabilità. La speranza – ha concluso Martina – è che serva a tutto il Paese e anche a noi qui. Per essere ogni giorno all’altezza dei nostri compiti di fronte agli italiani».

Governatore della Campania Vincenzo De Luca: portare con costanza la mascherina per prevenire i contagi

Avere deciso di aprire l’Italia per ragioni economiche, sociali e di tenuta psicologica, ci ha portato qualcosa in più in termini di nuovi di contagi.
Non c’è da andare in angoscia, ad una condizione però: che tutti i cittadini siano responsabili. La mascherina va portata in maniera ossessiva quando ci sono gli assembramenti e nei locali chiusi.
Quando entriamo in un bar come possiamo sapere chi è entrato un attimo prima?
Basta portare con costanza la mascherina, lavare spesso le mani e possiamo affrontare con serenità le prossime settimane.

89.31.72.207