Adesso la follia si scaglia pure contro San Michele Arcangelo che calpesta Satana. Malaugurio per il futuro

Degli attivisti chiedono la sostituzione dell’immagine di uno delle più alte onorificenze della Gran Bretagna, conferita personalmente dalla Regina, perché dicono che la sua medaglia riporta la raffigurazione di un angelo bianco con il piedi sul collo di un uomo nero incatenato.

Una stella rara e antica dell’Illustrissimo Ordine di San Michele e San Giorgio, circa 1818-40, diametro 79 mm, di Storr & Mortimer.

L’Illustrissimo Ordine di San Michele e San Giorgio viene tradizionalmente assegnato ad ambasciatori e diplomatici e alti funzionari del Ministero degli Esteri, che hanno prestato servizio all’estero. Ha tre gradi, il più alto dei quali è Knight Grand Cross-Cavaliere Gran Croce (GCMG), seguito da Knight Commander-Cavaliere Comandatore (KCMG) e Companion-Compagno (CMG).

L’immagine sulla medaglia dell’onorificenza ritrae San Michele che calpesta Satana, ma gli attivisti sostengono che l’immagine ricorda l’uccisione di George Floyd da parte di un agente di polizia bianco negli Stati Uniti, che ha portato a proteste violenti e atti vandalici in tutto il mondo.

Una petizione che chiede che la medaglia venga ridisegnata, avviata da Tracy Reeve, afferma: “Questa è un’immagine altamente offensiva, ricorda anche il recente omicidio di George Floyd da parte del poliziotto bianco nello stesso modo presentato qui in questa medaglia. Noi sottoscritti chiediamo che questa medaglia venga completamente ridisegnata in modo più appropriato e che ci siano delle scuse ufficiali per l’offesa che ha recato”.

Bumi Thomas, cantante, attivista nigeriano britannico ed esperto di comunicazioni visive, ha affermato che l’immagine sulla medaglia parla chiaro. “Non è un demone; è un uomo di colore in catene con una figura bianca dagli occhi blu con il piede sul suo collo. È letteralmente quello che è successo a George Floyd e quello che è successo ai neri da secoli sotto le sembianze di missioni diplomatiche: messaggistica attiva e subliminale che rafforza la conquista, la sottomissione e la disumanizzazione delle persone di colore. È una rappresentazione di un presunto onore della sottomissione del popolo nero e di colore del mondo, e della superiorità del bianco, un costrutto nato nel XVI secolo. È la definizione di razzismo istituzionale che questa immagine non solo permette, ma celebra con uno dei più alti onorificenze del Paese. Mentre le statue vengono demolite e ricollocate, anche emblemi e simboli di questa natura devono essere ridisegnati per riflettere un rapporto più progressivo e olistico tra la Gran Bretagna e le nazioni del Commonwealth”.

L’Illustrissimo Ordine di San Michele e San Giorgio fu creato nel 1818 sotto il Re George III, originariamente per onorare il servizio nel Mediterraneo durante le guerre napoleoniche. Il motto che circonda l’immagine è “Auspicium melioris ævi”, latino per “Auspicio per tempi migliori”.

Postscriptum 1

Sua Eccellenza il Governatore Generale di St. Kitts Sir SW Tapley Seaton, GCMG, CVO, QC, JP nel giugno 2018 ha partecipato con i Governatori Generali di Antigua e Barbuda e Grenada ed ex Governatori Generali di Antigua e Barbuda e Santa Lucia ad un servizio nella Cattedrale di St. Paul a Londra per commemorare il 200̊ anniversario dell’Illustrissimo Ordine di San Michele e San Giorgio. Tutti i governatori generali del Commonwealth sono Cavalieri Gran Croce e Dame Gran Croce di questo Ordine.

Postscriptum 2

San Michele razzista?
Una storia di ieri per pensare all’oggi
Il diavolo con la faccia da papa [Innocenzo X]
di Marco Brusati

Guido Reni, autore di quest’olio su tela del 1635 ca., venne a sapere che il cardinale Giovanni Battista Pamphili lo aveva denigrato; per vendicarsi, l’artista bolognese dipinse la faccia del diavolo schiacciato da san Michele Arcangelo con i tratti del Cardinale, che pochi anni dopo divenne papa Innocenzo X.
C’erano l’Inquisizione, l’assolutismo papale, la guerra dei trent’anni, gli anatemi del Concilio di Trento, la stretta secolare della Controriforma.
Epoca oscura e di superstizione, direbbero oggi in molti, ma la tela che ritrae un papa come diavolo schiacciato a terra rimase al suo posto.
Oggi, epoca luminosa e di ragione, si stanno raccogliendo firme per chiedere la rimozione di un’analoga icona del Santo sulla medaglia dell’Ordine di San Michele e di San Giorgio.

89.31.72.207