La Pasqua 2020 con Papa Francesco. L’offerta della Fraternità di San Bonifacio del Monastero Valledacqua a Acquasanta Terme. Opuscolo CEI

Tra poco inizieranno le celebrazioni della Pasqua 2020 in tempo di Coronavirus.

Papa Francesco celebrerà i riti – senza la presenza di fedeli – all’Altare della Cattedra nella Basilica di San Pietro, con l’eccezione della Via Crucis che sarà sul Sagrato, i riti della Settimana Santa.
Concelebrano con il Santo Padre soltanto il Cardinale Angelo Comastri, Vicario Generale per la Città del Vaticano, Arciprete della Basilica Papale di San Pietro e Monsignor Vittorio Lanzani, Vescovo titolare di Labico, Delegato della Fabbrica di San Pietro.
Il Papa sarà assistito come sempre da Monsignor Guido Marini, Maestro delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice.

Pasqua 2020 con Papa Francesco
– 5 aprile Domenica delle Palme e della Passione del Signore
Ore 11.00
– 9 aprile Giovedì Santo
Ore 18.00 Santa Messa nella Cena del Signore
– 10 aprile Venerdì Santo
Ore 18.00 Celebrazione della Passione del Signore
Ore 21.00 Via Crucis
– 11 aprile Domenica di Pasqua
Ore 11.00 Veglia pasquale nella notte santa
– 12 aprile Domenica di Pasqua
Ore 11.00 Santa Messa del giorno
Ore 12.00 Benedizione «Urbi et Orbi»

La Tipografia Vaticana non stamperà nessun libretto liturgico per Pasqua 2020, non solo perché in tipografia è tutto fermo, ma non ci saranno fedeli. L’Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche si occuperà di fornire direttamente ai pochi partecipanti i fogli per seguire i riti.

Le Celebrazioni del Santo Padre si potranno ovviamente seguire in diretta streaming, oltre che in televisione.

Inoltre, anche parrocchie e comunità ecclesiali offrono il servizio in diretta streaming. Tra queste, presento la proposta di un cammino per la Pasqua 2020 con la Fraternità di San Bonifacio del Monastero Valledacqua ad Acquasanta Terme (Ascoli Piceno).

In missione per conto di Dio
La Fraternità di San Bonifacio è un’esperienza di vita battesimale vissuta con radicalità, improntata alla tradizione monastica occidentale ed orientale e tesa ad essere una presenza evangelizzante dove si vive.

Settimana Santa 2020 con i monaci di Valledacqua – Il trailer su YouTube.

Anche restando a casa puoi vivere con la Fraternità di San Bonifacio questi giorni di quarantena speciali, lasciando che il mistero della Pasqua trasformi tutto di noi e dell’ambiente in cui viviamo. Questa comunione ci aiuterà. Ecco cosa si potrebbe fare:
– Si può costruire un angolo di preghiera nella propria camera o nella casa.
– Si può ritagliare dei tempi da dedicare alla preghiera sulla Parola di Dio, da solo o con coloro che abitano nella stessa casa.
– Si può vedere i video che la Fraternità di San Bonifacio posterà sui propri social, con commento di brani biblici e dando delle indicazioni su come vivere i diversi giorni.
– Si può condividere qualcosa con la Fraternità, scrivendo una Email oppure lasciando un commento sulla pagina Facebook o sul canale YouTube.

Si può anche partecipare ai momenti liturgici che la Fraternità di San Bonifacio celebra nella sua chiesa monastica e trasmetta in diretta sulla pagina Facebook oppure sul profilo Instagram della Fraternità.

Ulteriori informazioni sul sito Web della Fraternità.

Pasqua 2020 con i monaci di Valledacqua ad Acquasanta Terme
– 4 aprile
Ore 20.30 Liturgia vigilare
– 5 aprile Domenica delle Palme
Ore 07.30 Liturgia del mattino
Ore 11.00 Santa Messa
Ore 18.00 Liturgia della sera
– 6, 7 e 8 aprile
Ore 07.00 Adorazione eucaristica e Liturgia del mattino
Ore 18.00 Liturgia della sera e Santa Messa
– 9 aprile Giovedì Santo
Ore 07.30 Liturgia del mattino
Ore 18.30 Santa Messa in Coena Domini
Ore 22.30 Liturgia della notte
– 10 aprile Venerdì Santo
Ore 07.30 Ufficio delle tenebre
Ore 15.00 Celebrazione della Passione del Signore
– 11 aprile Sabato Santo
Ore 12.00 Ufficio della discesa agli inferi
Ore 22.00 Veglia Pasquale
– 12 aprile Domenica di Pasqua
Ore 07.30 Ufficio della Risurrezione
Ore 11.00 Santa Messa
Ore 18.00 Liturgia della sera

Celebrare il Mistero Pasquale presso le proprie dimore

L’Ufficio Liturgico Nazionale della Conferenza Episcopale Italiana ha preparato un opuscolo, che consiste in un sussidio per le famiglie ed i singoli, affinché tutti possano celebrare presso le proprie dimore il Mistero Pasquale, in comunione spirituale alle liturgie che avverranno senza concorso di Popolo.
L’invito è dunque quello di fare della propria casa una chiesa domescica, un vero spazio di preghiera e celebrazione.
«Con il Battesimo ogni fedele cristiano viene “innestato” (come un ramo in un albero) in Cristo sacerdote, re e profeta e diventa partecipe della Sua vita e della Sua missione. Tutti dunque, in forza del Battesimo, diventano sacerdoti, profeti e re e sono quindi incaricati di offrire – insieme col sacerdote (presbitero) – quel sacrificio per il quale Gesù ha offerto se stesso sulla croce e continuamente si offre nella celebrazione del rito a gloria di Dio e per la salvezza dell’umanità. Sotto questo aspetto tutta la vita del cristiano diventa una preghiera, un atto di culto offerto a Dio. Ecco perché quest’anno tutti, in particolare i capofamiglia, hanno il diritto-dovere di esercitare questo loro “ministero”» (Don Gaetano Iaia).

Per consultare o scaricare il supporto suddetto: QUI.

Foto di copertina: La preparazione dell’Altare della Cattedra nella Basilica di San Pietro per i riti della Settimana Santa 2020 (Foto di Vatican Media).

89.31.72.207