Siae: una ricerca IsICult valuta il fondo per la creatività giovanile ‘under 35’

La Società Italiana Autori Editori ha pubblicato sul proprio sito web (www.siae.it) una ricerca curata dall’Istituto italiano per l’Industria Culturale (IsICult), che propone una prima “valutazione di impatto” dei bandi per la creatività giovanile “under 35” affidati dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo (Mibact) alla Siae, nel triennio 2017-2019.

Siae ha assegnato nell’arco di 3 anni circa € 28.000.000 a 927 progetti vincitori, a fronte di ben 5.250 progetti concorrenti. Il ‘perimetro’ degli interventi Siae è stato ampio: arti visive, performative e multimediali, cinema, musica, teatro, danza, libro e lettura… Sono state finanziate tutte le fasi della filiera e tutti i settori: libri, opere cinematografiche, dischi e concerti, performance teatrali e di danza, festival, traduzioni, interventi di rigenerazione culturale territoriale…

Si tratta dei fondi corrispondenti al 10 % della cosiddetta ‘copia privata’, il compenso che si applica a supporti e apparecchi idonei alla registrazione audio/video (dai computer agli smartphone) in cambio della possibilità di effettuare copie a uso personale di opere protette dal diritto d’autore.

I bandi, denominati ‘Sillumina’ nelle prime due edizioni e “Per Chi Crea” nella terza, hanno registrato un impressionante flusso di proposte progettuali: nell’arco dei tre anni ben 5.250 progetti, corrispondenti a 1.750 proposte l’anno, ovvero una media teorica di 5 progetti al giorno. E’ risultato vincitore il 18% dei progetti presentati.

Lo studio IsICult, diretto da Angelo Zaccone Teodosi, presidente di IsICult, si pone come inedito esperimento per l’Italia di valutazione socio-economica di una iniziativa che ha registrato un alto impatto nel sistema culturale nazionale: stimolazione di progettualità e start-up, creatività artistica, estensione del pluralismo espressivo.

I 927 progetti vincitori nel triennio sono stati sviluppati nei seguenti settori: 45 % musica, 24 % cinema, 15 % teatro e danza, 8 % libro e lettura, 8 % arti visive, performative e multimediali. I progetti risultati vincitori sono stati 204 per il 1° bando (2016), 274 per il 2° bando (2017), 449 per il 3° bando (2018). Il contributo medio assegnato da Siae ai 927 vincitori è stato di € 29.000 a progetto.

Per la prima volta in Italia, un intervento di respiro nazionale, di così ampie dimensioni anche territoriali, è sottoposto ad una ‘valutazione di impatto’ indipendente, nella prospettiva giustappunto di un ‘bilancio sociale’, in una logica di trasparenza e misurazione di efficacia.

Le Regioni che hanno presentato più progetti, sul totale di 5.250 nel triennio, sono state il Lazio con 1.102 progetti (21 %), la Campania con 616 (11,7 %), la Lombardia con 594 (11,3 %), la Toscana con 452 (8,6 %), la Puglia con 430 progetti (8,2 %).

Le Regioni che hanno vinto di più sono state: il Lazio, con 183 progetti vincitori (19,7%), la Lombardia con 114 (12,3%), la Toscana con 98 (10,6%), la Campania con 91 (9,8%), la Sicilia con 78 progetti (8,4%).

89.31.72.207