Tende di Natale AVSI per rigenerare la comunità

‘Non si è mai troppo lontani per incontrarsi. E mai troppo vecchi per desiderare novità’: è dall’incontro di queste due certezze che trae energia la Campagna Tende 2019-2020 di AVSI. Con le sue tappe in Italia e all’estero, la campagna storica di AVSI, che promuove conoscenza di realtà drammatiche e raccolta fondi, sosterrà sette progetti che in comune hanno un dato soprattutto: innescano un cambiamento nella vita delle persone più vulnerabili e portano novità.

Dal Libano all’Amazzonia, dalla Siria al Venezuela, dall’Italia al Mozambico, grazie anche al sostegno a distanza, la campagna AVSI propone quest’anno programmi e azioni che ‘cambiano’ la geografia perché “ci avvicinano a chi vive oltre oceano, oltre il mar Mediterraneo o anche solo in un’altra città, e quindi ci permettono di immedesimarci più facilmente in chi cerca di uscire da povertà, guerra, abbandono, per vivere in pienezza”.

Ma nel momento stesso in cui l’immedesimazione si attiva, accade un altro fenomeno: la novità che avviene nella vita delle persone, evade e investe chi dona del suo tempo, lavoro e denaro per rendere possibili questi stessi progetti:

“Così, grazie a questo rapporto inatteso e a questa prossimità, nascono generazioni nuove: sono i bambini, gli adolescenti, i giovani che accompagniamo nel mondo in percorsi educativi, di formazione e inserimento al lavoro, in tutte le modalità creative che AVSI con i suoi sostenitori promuove. E lo siamo anche noi: diventiamo una generazione nuova quando da operatori, staff sul terreno, donatori e sostenitori lasciamo che il cambiamento in atto coinvolga anche noi. Pensiamoci: quando ‘maneggiamo’ novità, possiamo restarne immuni?”

Questo evoca il titolo dell’edizione 2019-2020: ‘Giòcati con noi!’ è un invito a ingaggiarsi, a mettersi in movimento, a lasciarsi prendere dalla possibilità di una solidarietà concreta.

La Campagna Tende di AVSI è una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi realizzata grazie al coinvolgimento di più di 250 gruppi di sostegno composti da oltre 3.000 volontari in Italia che incontrano in un anno circa 400.000 persone. Ogni anno attraverso la Campagna Tende, AVSI propone un tema specifico.

L’iniziativa è nata alla fine degli anni ’80 sotto una ‘tenda’, da qui il nome, allestita da un gruppo di volontari all’uscita di un supermercato nella periferia di Milano per raccogliere fondi a favore di amici che lavoravano con AVSI in diversi paesi nel sud del mondo. In questi anni le iniziative legate alla Campagna Tende sono cresciute e si sono moltiplicate, oggi sono organizzati più di 900 eventi l’anno su tutto il territorio nazionale e all’estero.

Tende AVSI sostiene per il terzo anno il progetto ‘Ospedali Aperti’ in Siria: l’obiettivo del progetto è tutto racchiuso nel suo titolo: aprire le porte di tre ospedali (l’Ospedale Italiano e l’Ospedale Francese a Damasco, e l’Ospedale St. Louis ad Aleppo) al maggior numero di pazienti poveri che, altrimenti, non potrebbero pagare le cure di cui hanno bisogno. Dal trattamento di patologie complesse a quello delle malattie più banali che, a causa delle conseguenze della guerra, possono uccidere quanto hanno fatto le bombe.

In Venezuela l’AVSI sostiene il progetto ‘Cuidadores360’, ideato nel 2018 dalla ong venezuelana ‘Trabajo y persona’ insieme all’Università Centrale del Venezuela, per formare assistenti domiciliari che possano accudirli. Questo progetto crea un’opportunità reale di lavoro per i giovani che vogliono rimanere nel paese e risponde all’esigenza di cura di molti anziani.

Invece in Brasile A 30 km a nord di Manaus, la capitale dello stato di Amazonas, c’è la scuola agricola Rainha dos Apostolos, dove da 40 anni si impara a coltivare la terra amandola e rispettandola. I ragazzi ci arrivano dopo giorni e giorni di navigazione e qui vivono per tutto l’anno scolastico pagando una retta simbolica. Le tecniche che i ragazzi imparano alla scuola Rainha dos Apostolos riducono al minimo la deforestazione e prediligono l’utilizzo di fertilizzanti naturali, rispettosi del complesso e unico ecosistema amazzonico. L’alternativa a questa educazione sono gli incendi.

In Mozambico il 46,7% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà sopravvivendo con meno di $ 0.50 al giorno, e il 60% ha meno di 24 anni, un giovane su quattro è vittima del lavoro minorile. AVSI insieme alle ACLI propone di focalizzare l’attenzione sul protagonismo giovanile e sul lavoro dignitoso sviluppando un progetto per ampliare le opportunità di accesso al mondo del lavoro per 125 donne e giovani con bassi livelli di scolarizzazione e per sostenere la formazione di una classe dirigente mozambicana nell’ambito politico, sociale, culturale ed economico.

Infine dopo 12 anni di presenza nel sud del Libano AVSI è diventata un punto di riferimento per le autorità locali e internazionali, ma soprattutto per la popolazione della piana di Marjayoun e dei villaggi limitrofi. L’obiettivo del progetto ‘Fada2i’ è la costruzione di un centro di accoglienza: ‘Casa AVSI’ sorgerà su un terreno donato nel villaggio di Bourj El Moulok, nella piana di Marjayoun.

Il centro, oltre a ospitare gli uffici, si propone come punto di riferimento per la popolazione dell’area offrendo risposte ai bisogni della comunità: uno spazio d’incontro per i giovani, servizi psicopedagogici per i bambini e le loro famiglie (grazie a un team di professionisti che comprende assistenti sociali, psicologi, ortofonisti, psicomotricisti e insegnanti), corsi di alfabetizzazione per le donne, formazione professionale per gli agricoltori.

89.31.72.207