Da Leuca un appello alla convivialità delle differenze

La Fondazione di Partecipazione Parco Culturale Ecclesiale ‘Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae’ nella notte tra il 13 ed il 14 agosto ha dato vita alla IV edizione della silenziosa marcia notturna ‘Verso un’Alba di Pace’ da Alessano alla Basilica Santuario di Leuca.

Anche quest’anno hanno partecipato migliaia di persone, che con le fiaccole, hanno illuminato una delle notti più straordinarie dell’anno. Il percorso ha seguito la ‘Via dei Pellegrini’, attraverso stradine rurali costellate dalla presenza di numerose cripte, cappelle e chiese intitolate alla Vergine Maria, parte della via Leucadense che insieme alla Via Traiana Calabra e alla messapica via Sallentina rappresentano il cuore del programma ‘Cammini di Leuca’, ambizioso programma di rigenerazione e riqualificazione cui la Fondazione ‘De Finibus Terrae’ dedica ogni energia dal 2016, di concerto con le comunità locali.

Insieme al Parco Culturale Ecclesiale, l’evento internazionale vede la collaborazione della diocesi di Ugento – S.Maria di Leuca, della Regione Puglia, del Santuario di Leuca ‘De Finibus Terrae’, dell’ANCI Puglia e della Fondazione ‘Mons. De Grisantis’, come ha commentato il presidente don Stefano Ancora: “Sperimentiamo la convivialità delle differenze, ovvero l’eredità morale e spirituale che ci ha consegnato don Tonino Bello, lavorando per realizzare proprio qui in Salento un grande laboratorio di speranza e di pace nel Mediterraneo, che coinvolga anzitutto i giovani.

Guardiamo a future edizioni con la prospettiva di veder crescere ulteriormente questa agorà”in termini di cooperazione internazionale e di rapporto con tutte le istituzioni, le realtà e i fermenti attivi della società civile che operano o intendono operare per diffondere una cultura del dialogo interculturale e interreligioso capace di abbattere le barriere e di costruire le fondamenta di un futuro più aperto, più inclusivo e più giusto”.

Infatti fino al 14 agosto si è svolto ‘Carta di Leuca’, dal titolo ‘Mediterraneo: agorà dei popoli’, quarta edizione del Meeting internazionale dei giovani per la Pace. Nelle cinque giornate ‘Carta di Leuca’ ha sviluppato il tema dell’Agorà: la piazza, infatti, è il luogo dell’incontro, della conoscenza, della parola, dell’ascolto e della scoperta dell’altro. E’ il luogo in cui poter fare esercizio di silenzio, di rispetto, di accoglienza, di scoperta e di dialogo.

89.31.72.207