San Vincenzo de Paoli apre un centro aggregativo antisismico a Montereale

La Società di San Vincenzo De Paoli continua a restare accanto alle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto, come ha spiegato il presidente Antonio Gianfico: “Il nostro è un aiuto fatto di gesti concreti, ma anche di amicizia che ci lega alle persone che sosteniamo ed alle numerose associazioni con le quali collaboriamo sul territorio”.

Ed è proprio in collaborazione con la Fondazione Mission Bambini e con il Gruppo Volontari della Brianza che la Società di San Vincenzo De Paoli ha contribuito alla realizzazione di un centro aggregativo per 180 bambini a Montereale in provincia de L’Aquila. La struttura in legno misura 104 metri quadrati ed è completamente antisismica.

Inoltre a giorni scade il bando, che è denominato ‘I Vincenziani per la Comunità’ e vuole valorizzare le azioni che i volontari vincenziani svolgono per aiutare i fratelli bisognosi secondo la peculiarità della nostra mission di promuovere interventi di inclusione sociale che superano la logica dell’assistenzialismo.

Con tale bando la Federazione Nazionale della Società di San Vincenzo de Paoli intende così sostenere proposte per la realizzazione di attività che favoriscono la sperimentazione e/o il potenziamento di buone prassi del volontariato della Società di San Vincenzo De Paoli, con particolare attenzione all’attivazione di processi innovativi volti all’inclusione sociale e al raggiungimento di uno o più dei seguenti obiettivi:

rispondere alle povertà presenti sul territorio contribuendo al miglioramento delle condizioni individuali e familiari di soggetti svantaggiati, soggetti che vivono in situazioni di marginalità sociale sotto il profilo sociale, personale, relazionale e/o professionale;

promuovere azioni che propongano soluzioni nuove e sostenibili anche nei riguardi delle nuove povertà rafforzando il protagonismo del volontariato nella costruzione di una comunità solidale e includente; sviluppare azioni finalizzate alla prevenzione e/o al superamento di tutte le forme di discriminazione o di maltrattamento anche in ambito familiare.

Lo stanziamento per il presente bando è di € 80.000. Il contributo richiesto per ogni progetto non potrà superare un importo massimo di € 10.000. Le iscrizioni dovranno essere fatte alla piattaforma www.travincenziani.it , sezione Bando 2018, entro il 15 giugno 2017.

89.31.72.207