Luigi Talamoni, educatore dei giovani

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn3Email this to someone

Luigi Talamoni nacque a Monza il 3 ottobre 1848, figlio di un artigiano, cappellaio. In famiglia, nella quale si viveva intensamente la fede, maturò a poco a poco il desiderio di consacrarsi al Signore. Frequentò assiduamente l’oratorio del Carrobiolo, gestito e guidato dal barnabita padre Luigi Villorese, dove vi si raccoglievano giovani poveri che erano animati dal desiderio di diventare sacerdoti.

A diciassette anni entrò nel seminario diocesano di Milano e fu ordinato prete il 4 marzo 1871. Dopo l’ordinazione fu destinato dapprima come docente nel collegio San Carlo di Milano e, poi, nel seminario liceale di Monza, dove insegnò per cinquant’anni. Apostolo per vocazione, incaricato dai suoi superiori di insegnare storia, appassionato conoscitore delle lingue e della letteratura classica, amò la scuola, senza mai far cadere la sua profonda attenzione per le persone più deboli.

Si dedicò all’attività pastorale con grande zelo, in particolare metteva una grande cura nella predicazione, ma l’aspetto più amato del suo ministero sacerdotale, al quale si diede con tanta passione, fu il confessionale del Duomo di Monza.

Decise di impegnarsi politicamente per la sua città, ricoprendo per trent’anni l’incarico di consigliere comunale, in pieno rispetto delle leggi della sua epoca, sollecitando le istituzione locali ad operare per il bene comune. Instancabile operatore della carità verso le fasce più deboli e indifese della società, con la collaborazione di Maria Biffi Levati, don Luigi diede vita alla Congregazione delle Suore Misericordine di san Gerardo.

Morì a Milano il 31 gennaio 1926. Fu beatificato dal papa Giovanni Paolo II il 21 marzo 2004.

89.31.72.207