Eugenia Picco, educatrice saggia e prudente

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn5Email this to someone

Eugenia Picco nacque a Crescenzago l’8 novembre 1867. Battezzata nella chiesa di Santa Maria Rossa nella medesima città, tuttavia ricevette la Cresima e la Prima Comunione nella parrocchia di S. Maria alla Fontana in Milano. All’interno di un nucleo familiare disgregato, Eugenia crebbe indifferente ai valori religiosi. Giovane bella e raffinata, fu corteggiata da molti ragazzi, desiderosa di vivere le attrattive che la città di Milano allora offriva.

Ma, in mezzo alle esperienze dei suoi anni da adolescente, incontrò disagio e falsità. Ben presto il dubbio la spinse alla ricerca di qualcosa di diverso che non aveva avuto modo di conoscere. Nel silenzio della Basilica di S. Ambrogio, dove talvolta si recava, avvertì la chiamata ad orientare la sua vita al Signore. Così a venti anni entrò nella famiglia religiosa delle Piccole Figlie dei Sacri Cuori di Gesù e Maria in Parma.

Divenne, nel corso dei suoi anni da religiosa, insegante di musica e di francese, maestra delle novizie, archivista, segretaria generale e consigliera. A quarantaquattro anni fu eletto superiore generale della sua famiglia religiosa. Educatrice saggia e prudente, diede nuovo slancio alla formazione religiosa e culturale delle suore, impegnandosi per la promozione della donna.

Fu madre per tutti, in particolare per i poveri, gli ultimi e quelle persone colpite in diversi modi dalla Gande Guerra. Assetata di Dio, si distinse per una grande devozione all’eucaristia. Morì a Parma il 7 settembre 1921, minata di tisi ossea. Fu beatificata il 7 ottobre 2001 dal papa Giovanni Paolo II.

89.31.72.207