Sinodo metodista e valdese, al via il 21 Agosto

Si svolgerà a Torre Pellice in provincia di Torino, l’annuale sinodo delle Chiese metodiste e valdesi. “La massima autorità umana della Chiesa in materia dottrinaria, legislativa, giurisdizionale e di governo” si riunirà dal 21 al 26 Agosto. Tanti i temi di discussione previsti: dal cammino ecumenico al 500^ anniversario della Riforma protestante, sino allo spinoso dibattito sui flussi migratori.

Saranno 180 i partecipanti in rappresentanza dei deputati delle chiese locali, da un numero di pastori equivalente e dai responsabili laici di particolari settori di attività pastorali. Dalla nota ufficiale diramata per l’occasione, fa sapere che:

“Il Sinodo si aprirà con un culto solenne nel tempio di Torre Pellice, preceduto da un corteo dei sinodali, che sfileranno al suono delle campane dall’attigua Casa valdese, luogo delle deliberazioni, fin dentro la chiesa risalente al 1852, eretta a soli 4 anni dall’emancipazione dei valdesi. A guidare il corteo – continua il documento – il pastore cui è stata affidata la predicazione, quest’anno Gianni Genre”.

Attese, diverse personalità da diverse parti del mondo: dall presidente della Chiesa metodista unita della Costa D’Avorio, Benjamin Boni al presidente della Chiesa protestante unita di Francia, Laurent Schlumberger; il presidente della Chiesa evangelica della Renania Manfred Rekowski; infine Carola Tron, in rappresentanza delle chiese valdesi del Rio de la Plata – Uruguay e Argentina.

In rappresentanza della Chiesa Cattolica – fa sapere la Conferenza episcopale italiana – saranno presenti mons. Ambrogio Spreafico, presidente della Commissione episcopale per l’ecumenismo e il dialogo, e don Cristiano Bettega, direttore dell’Ufficio nazionale ecumenismo e dialogo interreligioso.

L’occasione è propizia per continuare nella strada del auspicata dal Sommo Pontefice. Nella nota si informa che: “Il Sinodo sarà un’occasione per fare il punto sul dialogo con la Chiesa cattolica, considerato anche che lo scorso 5 marzo una delegazione ufficiale delle Chiese metodiste e valdesi è stata ricevuta in udienza da Papa Francesco in Vaticano”.

Interesse comune è di certo il discorso migranti. Una particolare cura sarà dedicata al progetto-pilota dei “corridoi umanitari” promossi dalla Tavola valdese, dalla Federazione delle chiese evangeliche in Italia e dalla Comunità di Sant’Egidio. I risultati sin qui ottenuti sono incoraggianti: quasi 300 profughi, in larga parte siriani, sono stati salvati e portati in Italia.

89.31.72.207