Verso il Giubileo: storia, turismo e innovazione

Il simposio “Verso il Giubileo: storia, turismo e innovazione” che si è tenuto martedì 21 aprile 2015, all’Università Europea di Roma ha fatto il punto sul rapporto fra patrimonio culturale e nuove tecnologie, anche in vista del prossimo Anno Santo.
Il rettore dell’Università Europea di Roma, Padre Luca Maria Gallizia LC, ha rimarcato il ruolo delle immagini, dell’arte e del patrimonio culturale nel Cristianesimo, in funzione catechetica, didascalica e liturgica. “Altrettanto centrale è l’importanza del Cristianesimo e della Chiesa per l’arte, sia rispetto alla genesi delle opere e dell’immenso patrimonio europeo, sia rispetto alla conservazione e trasmissione alle generazioni future – ha detto -. Di conseguenza, è naturale che un’Università cattolica si dedichi a questi temi e abbia fra i suoi obiettivi la formazione dei professionisti della tutela e della fruizione di un patrimonio che è in grandissima parte di ispirazione cristiana.

Il corso di perfezionamento per la Gestione e la tutela del patrimonio culturale ecclesiastico e il corso di alta formazione per Guide turistiche (che ha appena concluso la prima edizione) rispondono a questa esigenza e si rivolgono sia a chi già opera in questi settori e vuole aggiornarsi e perfezionarsi, sia ai giovani che vogliono collocarsi professionalmente negli ambiti della valorizzazione”.

La professoressa Renata Salvarani, che coordina i corsi dedicati al cultural heritage ha sottolineato che il Giubileo sarà un’occasione importante sul piano della fede e anche su quello della comunicazione della cultura europea, fondata sul Cristianesimo. “Sarà un’opportunità per i giovani e per innescare processi di valorizzazione sia a Roma, sia nelle diocesi, proprio a partire dalla ricchezza del nostro patrimonio – ha aggiunto -. Perché ciò avvenga è necessario che si formino professionisti preparati e consapevoli, in grado di interagire con le sfide del nostro oggi, a partire dalle nuove tecnologie, strumento indispensabile e opportunità da cogliere per trasmettere valori”.
Durante i lavori sono state presentate le nuove proposte formative dell’Università legate all’arte e al patrimonio culturale e sono stati illustrati i progetti di ricerca e di auto imprenditorialità realizzati durante la prima edizione del Corso di Alta Formazione per Guide Turistiche, attivato in collaborazione con l’Associazione Nazionale Guide Turistiche, con Federagit Guide, FAI, Mibact, Musei Vaticani e altri soggetti pubblici e privati del Lazio e dell’Italia centrale.

89.31.72.207