Le tre esperienze della Chiesa all’Expo di Milano

“Non di solo pane”. E’ il tema che la Santa Sede svilupperà durante i sei mesi di Expo 2015, dove sarà presente con un suo padiglione in quanto Paese espositore. Ma quella dello stato più piccolo del mondo non sarà l’unica presenza della Chiesa cattolica alla rassegna mondiale di Milano. L’esperienza del nutrimento, in tutte le sue valenze, è il cuore della vita cristiana: è momento di crescita umana e spirituale, di relazione e solidarietà, aiuto e cura, lavoro e sviluppo. E il tema del cibo è occasione di riflessione ed educazione sulla fede, la giustizia, la pace, i rapporti tra i popoli, l’economia, l’ecologia.

Un team di comunicatori composto da giovani professionisti coinvolti per l’occasione, assieme a chi già lavora in questo ambito nelle diverse realtà della Diocesi di Milano, supportati da Triumph Group e dall’Università Cattolica del Sacro Cuore, sta lavorando per narrare due presenze ufficiali della Chiesa cattolica (Santa Sede e Caritas Internationalis) nell’Esposizione Universale che si aprirà il primo maggio e per raccontare l’attenzione, i percorsi e le iniziative della Chiesa ambrosiana, nel cui territorio Expo si svolge.

Sono tre le esperienze della Chiesa ad Expo.

Il Padiglione ufficiale della Santa Sede in Expo Milano 2015

La Santa Sede è presente in Expo ufficialmente come Paese espositore con un proprio Padiglione.

“Non di solo pane” è il tema che verrà sviluppato. Il Padiglione è promosso, realizzato e sarà gestito in collaborazione dal Pontificio Consiglio della Cultura (espressione della Santa Sede), dalla Conferenza Episcopale Italiana, dalla Diocesi di Milano.

Un giardino da custodire, un cibo da condividere, un pasto che educa, un pane che rende presente Dio nel mondo i “capitoli” nei quali si organizza il percorso espositivo basato su diversi linguaggi artistici, dai più tradizionali a quelli innovativi.

Per conoscere i dettagli della presenza della Santa Sede in Expo, per restare continuamente aggiornati e conoscere tutti gli eventi e le riflessioni in merito sono stati attivati dei canali specifici di comunicazione: un sito internet expoholysee.org e un profilo Twitter @expoholysee.

L’edicola di Caritas Internationalis ad Expo Milano 2015

Caritas Internationalis, organismo che raccoglie tutte le Caritas del mondo, è presente ufficialmente in Expo come “Civil Society Participant”. Lo spazio espositivo dedicato sarà una grande edicola che metterà al centro una importante opera d’arte contemporanea. A guidare la visita il messaggio “Dividere per Moltiplicare. Spezzare il pane” che declina la campagna mondiale che Caritas ha lanciato contro il dramma della fame. All’indirizzo expo.caritasambrosiana.it il sito che spiega la presenza di Caritas internazionale a Expo. Collegato ad esso il blog expoblogcaritas.com per raccontare storie, dialogare con i navigatori, aggiornare in tempo reale sulle attività. Attivo anche il profilo Twitter @expoblogcaritas.

La Diocesi di Milano ed Expo Milano 2015

La Chiesa ambrosiana, nella cui diocesi Expo si svolge, fin dall’annuncio di Milano come città prescelta per l’edizione 2015 guarda con attenzione a questa manifestazione cogliendola come opportunità pastorale. Il cardinale Tettamanzi prima e ora il cardinale Scola hanno dedicato interventi e riflessioni vedendo in Expo l’occasione per interrogare e arricchire la vita quotidiana e i percorsi di fede. La Diocesi, le 1.107 parrocchie con i suoi 5 milioni di battezzati, le associazioni e i movimenti sono attivissimi con una pluralità di proposte formative, culturali, di preghiera e di animazione idealmente guidate dalla domanda “Cosa nutre la vita?”.

89.31.72.207