Papa Francesco: grazie al Kerala, terra fertile di vocazioni

Una  festa in famiglia più ancora che un’udienza quella di stamattina con il Papa per i fedeli di rito siro-malabarese convenuti per la Canonizzazione di Kuriakose Elias Chavara della Sacra famiglia e di Eufrasia Eluvathingal del Sacro Cuore.

Un grazie alla Chiesa indiana. “Continuate così! Il Kerala è una terra tanto fertile di vocazioni consacrate, sacerdotali. Avanti così, lavorando con la vostra testimonianza.”

Nella basilica Vaticana il Papa ha ricordato anche che il Cardinale siro-malankarese è il più giovane del Collegio cardinalizio.

Il Papa ha ricordato le biografie dei nuovi santi: “Padre Kuriakose Elias Chavara e suor Eufrasia Eluvathingal, religiosa dell’Istituto femminile da lui fondato, ricordano a ciascuno di noi che l’amore di Dio è la fonte e la méta e il sostegno di ogni santità, mentre l’amore del prossimo è la più limpida manifestazione dell’amore verso il Signore. Infatti, padre Kuriakose Elias fu un religioso attivo e contemplativo che spese generosamente la sua vita per la Chiesa Siromalabarese, operando all’insegna del motto “santificazione di sé e salvezza degli altri”. Mentre suor Eufrasia visse in profonda unione con Dio, così che la sua vita di santità fu di esempio e sprone alla gente, che le diede il soprannome di “Madre orante”. Per le suore questo: che siano suore oranti!”

E il saluto del Papa si è concluso con una raccomandazione: “vi aiutino questi nuovi Santi a far tesoro della loro lezione di vita evangelica. Seguitene le orme e imitatene, in modo particolare, l’amore a Gesù Eucaristia e alla Chiesa, per progredire sempre sulla via della santità.”

89.31.72.207