Iraq, il Papa: ‘La violenza genera violenza!’

In occasione dell’Angelus recitato per la Solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, Papa Francesco stamane ha rivolto un nuovo accorato appello per la pacificazione in Iraq.

‘Le notizie che giungono dall’Iraq – ha detto il Pontefice – sono purtroppo molto dolorose. Mi unisco ai Vescovi del Paese nel fare appello ai governanti perché, attraverso il dialogo, si possa preservare l’unità nazionale ed evitare la guerra. Sono vicino alle migliaia di famiglie, specialmente cristiane, che hanno dovuto lasciare le loro case e che sono in grave pericolo. La violenza genera altra violenza; il dialogo è l’unica via per la pace. Preghiamo la Madonna, perché custodisca il popolo dell’Iraq’.

L’appello del Papa

Nelle ultime settimane la situazione in Iraq è precipitata. Il primo ministro Al Maliki, sciita, ha respinto il pressing internazionale per la formazione di un governo di unità nazionale che dia maggior spazio alle formazioni sunnite. Il premier iracheno si trova a dover affrontare le milizie islamiche sunnite dell’ISIS – Stato Islamico dell’Iraq e del Levante – che hanno scatenato un’offensiva nel nord Paese provocando centinaia di morti. I miliziani jihadisti minacciano ora di marciare verso sud, puntando sulla capitale Bagdad.

Il presidente degli Stati Uniti Obama nei giorni scorsi ha respinto l’ipotesi di raid americani per fermare l’avanzata dell’ISIS. Il Capo della Casa Bianca, tuttavia, ha disposto l’invio in Iraq di circa 350 consiglieri militari.

89.31.72.207