Papa Francesco: Pietro e Paolo trasformati dalla misericordia di Dio

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone

Pietro e Paolo insieme fin dai primi tempi della Chiesa e “in entrambi la grazia di Cristo ha compiuto grandi cose, li ha trasformati”. Il Papa all’ Angelus domenicale parla dei due apostoli patroni di Roma e spiega: “Simone aveva rinnegato Gesù nel momento drammatico della passione; Saulo aveva perseguitato duramente i cristiani. Ma entrambi hanno accolto l’amore di Dio e si sono lasciati trasformare dalla sua misericordia; così sono diventati amici e apostoli di Cristo. Perciò essi continuano a parlare alla Chiesa e ancora oggi ci indicano la strada della salvezza.”

E ci sono gli insegnamenti per noi oggi: “Pietro, ad esempio, ci insegna a guardare i poveri con sguardo di fede e a donare loro ciò che abbiamo di più prezioso: la potenza del nome di Gesù Cristo.” E Saulo, diventato Paolo che era un acerrimo nemico della Chiesa: “Dopo, mette tutta la sua esistenza a servizio del Vangelo. Anche per noi l’incontro con la Parola di Cristo è in grado di trasformare completamente la nostra vita. Non è possibile ascoltare questa Parola e restare fermi al proprio posto, restare bloccati sulle proprie abitudini. Essa ci spinge a vincere l’egoismo che abbiamo nel cuore per seguire decisamente quel Maestro che ha dato la vita per i suoi amici.” Una festa che si mette di fronte “all’opera della misericordia di Dio nel cuore di due uomini, di due peccatori.”

 

89.31.72.207